Giovanni Emanuele
Corazza


Corazza
Full Professor of Telecommunications University of Bologna Core Faculty
Email contact

BIO

Giovanni Emanuele Corazza è Professore Ordinario presso l’Università di Bologna (Scuola di Ingegneria) dove è stato Membro del Consiglio di Amministrazione negli anni 2012-2018, Direttore del Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica (DEIS) negli anni 2009-2012, Presidente della Scuola di Telecomunicazioni negli anni 2000-2003. Giovanni Emanuele Corazza è stato il Presidente della Fondazione Guglielmo Marconi, membro fondatore di BBS. Ha fondato il Marconi Institute for Creativity nel 2011, come iniziativa congiunta della Fondazione Marconi e dell’Università di Bologna. Ha conseguito un dottorato di ricerca presso l’Università di Roma Tor Vergata in Microelettronica e Telecomunicazioni. È stato Visiting Professor presso la University of Southern California – USC (Los Angeles, CA) nell’anno 2000, Principal Engineer presso Qualcomm (San Diego, CA) nel 1999, Research Fellow presso l’European Space Research and Technology Centre (ESTEC – Noordwijk, The Netherlands) dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) nel 1995, Advanced Member of Technical Staff presso COM DEV (Ontario, Canada) negli anni 1989-1990. È membro del consiglio della Marconi Society (USA), e membro del consiglio della Società internazionale per lo studio della creatività e dell’innovazione (Francia).

COURSES

Il corso di Creativity and Innovation si concentra innanzi tutto sulle trasformazioni della società causate dalla evoluzione tecnologica, le quali rendono la generazione
di idee innovative una vera e propria necessità. Traendo spunti dai grandi pensatori del passato e dalle più recenti scoperte neuroscientifiche, si descrivono i meccanismi del pensiero creativo, sino ad arrivare ad un modello generale utilizzabile nella pratica, il DIMAI (Drive, Information, Movement, Assessment, Implementation). Le varie fasi del modello DIMAI sono quindi oggetto di esperienze individuali e di gruppo, con applicazioni su casi pratici. Conclude il corso una discussione sugli aspetti sociali e organizzativi di creatività e innovazione.

  • Identificazione delle aree di focus
  • Raccolta di informazione convergente e divergente
  • Generazione di idee basata su piattaforme divergenti
  • Valutazione delle idee generate in ottica strategica
  • Trend della società dell’informazione
  • Innovazione evolutiva e discontinua
  • Necessità della generazione di idee originali
  • Insegnamenti dalla storia: pensatori, inventori, artisti, imprenditori
  • Terminologia e definizioni della scienza del pensiero creativo
  • Aspetti gestionali per l’organizzazione di sessioni di generazione di idee in azienda
  • Ice-breaking e riduzione della resistenza al cambiamento
  • Ambienti immersivi di supporto alla generazione di idee
  • Livelli di approccio al pensiero creativo
  • Pensiero convergente e divergente
  • Modelli cognitivi di processo: componenti e strategie
  • Il modello DIMAI: Drive, Information, Movement, Assessment, Implementation

La creatività è sempre più necessaria in ogni ambito della vita, soprattutto nelle relazioni personali, nella vita di un team. Attraverso la conoscenza dei meccanismi della creatività, il modulo offrirà strumenti pratici per incrementare la creatività di ognuno e applicarla nei diversi ambiti professionali.

Il corso di Creativity and Innovation si concentra innanzi tutto sulle trasformazioni della società causate dalla evoluzione tecnologica, le quali rendono la generazione
di idee innovative una vera e propria necessità. Traendo spunti dai grandi pensatori del passato e dalle più recenti scoperte neuroscientifiche, si descrivono i meccanismi del pensiero creativo, sino ad arrivare ad un modello generale utilizzabile nella pratica, il DIMAI (Drive, Information, Movement, Assessment, Implementation). Le varie fasi del modello DIMAI sono quindi oggetto di esperienze individuali e di gruppo, con applicazioni su casi pratici. Conclude il corso una discussione sugli aspetti sociali e organizzativi di creatività e innovazione.